InfoErbe

Polygonatum cirrhifolium

Polygonatum cirrhifolium (Wallich) Royle

Mon, 26 Jan 2009 17:51:36 +0100

Etnobotanica

  • In Nyeshang (Nepal) la radice viene essiccata e spezzettata, mescolata con olio ed altre piante ed applicata a livello topico per dolori alla schiena e al seno, oppure consumata come tonico per persone stanche o ammalate. Viene anche reputata utile in caso di ritenzione di fluidi. Dopo l’applicazione il paziente si deve coricare coperto con indumenti caldi. Le parti aeree sono velenose, ma le foglie tenere e i germogli vengono consumati se cotti.
    Date le caratteristiche fitochimiche della famiglia e del genere, è probabilmente astringente ed antinfiammatoria, sia internamente sia esternamente.

  • Mon, 26 Jan 2009 17:47:29 +0100
  • registrata da Pohle (1990) come pianta usata dalle popolazioni locali E’ comune anche in altre zone. In Nyeshang la radice viene essiccata e spezzettata, mescolata con olio ed altre piante ed applicata a livello topico per dolori alla schiena e al petto. Viene anche reputata utile in caso di ritenzione di fluidi. Dopo l’applicazione il paziente si deve coricare coperto con indumenti caldi. Le parti aeree sono velenose, ma le foglie tenere e i germogli vengono consumati se cotti. La radice viene usata come tonico per persone ammalate. Usata in altre parti del mondo come fonte di detergente e come vulnerario.

  • Mon, 26 Jan 2009 17:49:54 +0100

Glossario

Licenza Creative Commons
Il database InfoErbe
è pubblicato con
Licenza Creative Commons

Marco Valussi
Luciano Posani

Copyright 2000 - 2005 Miro International Pty Ltd. All rights reserved. Mambo is Free Software released under the GNU/GPL License.